Ottimizzazione processo, trasformazione delle materie plastiche
Grazie ad un’esperienza di più di venti anni, il laboratorio di plasturgia si avvale di avanzate tecniche e strumenti per il compounding, la caratterizzazione dei polimeri e il monitoraggio della qualità nel processo di stampaggio ad iniezione.

L'Istituto offre un servizio per tutte le aziende che operano nella lavorazione delle materie plastiche e nella progettazione.

In particolare dispone delle seguenti attrezzature:

  • Compounding: i polimeri vengono portati allo stato fuso e attraverso l’aggiunta di additivi o cariche di rinforzo è possibile migliorarne le prestazioni fisico-chimiche e meccaniche.
  • Caratterizzazione reologica: mediante un reometro capillare si misura la viscosità in differenti temperature e in una gamma di velocità di deformazione.
  • Caratterizzazione PVT (pressione – volume – temperatura): necessaria per calcolare il ritiro volumetrico del materiale e una corretta analisi della fase di impaccamento.
  • Misurazione della capacità termica: effettuata attraverso un calorimetro a scansione differenziale DSC, questa caratteristica è importante per il calcolo della trasmissione del calore nel polimero.
  • Controllo e monitoraggio del processo di stampa: viene eseguito su una pressa ad iniezione tramite sensori inseriti nella cavità dello stampo.
Image
st.wwwsupsi@supsi.ch