Percorsi di cura di lunga durata 3: fragilità

  • Codice
  • CI_0401.1
  • Semestre rif.
  • Durata
  • 1 semestre
  • Formazione
  • Cure infermieristiche
  • Responsabile/i modulo
  • Thomas Luciano
    Canduci Laura
  • Tipo di modulo
  • Obbligatorio
  • ECTS
  • 5.0

Descrizione

Il modulo approfondisce la presa a carico di pazienti colpiti da eventi patologici cronici che determinano una situazione di fragilità. I mezzi e gli approcci assistenziali differenziati mirano a garantire il più alto livello possibile di qualità di vita della persona e del suo gruppo di appartenenza.



Obiettivi / Competenze mirate

• Integrare il concetto di “fragilità”.
• Identificare le ripercussioni psico-sociali derivanti da una malattia o da un evento e pianificare la loro possibile gestione, nella persona e nel gruppo sociale di appartenenza.
• Mobilizzare le conoscenze necessarie alla comprensione delle situazioni di cura per garantire l’assistenza ottimale a pazienti affetti dalle patologie trattate.
• Riconoscere i segni e i sintomi che caratterizzano il decorso del paziente alfine di saper intervenire sull’evoluzione del suo stato di salute e mantenere il più alto livello possibile di qualità di vita della persona e del suo gruppo di appartenenza.
• Rendere operativi, nella propria pratica professionale, interventi multi e interdisciplinari considerando le reti di supporto.
• Applicare procedure di insegnamento che considerino le risorse e i limiti del paziente e del suo entourage.
• Conoscere i principali strumenti di diagnostica e prognostica clinica.



Contenuti

Il concetto di fragilità è affrontato prendendo ad esempio la persona anziana e le condizioni che spesso caratterizzano la sua vita, sono quindi esplorate le possibilità assistenziali in un’ottica multidisciplinare.
Il carattere cronico e/o evolutivo delle situazioni cliniche presentate, emicrania, malattia di Parkinson e artrite reumatoide, permette di mettere l’accento sulle ripercussioni psicologiche e sociali derivanti dalla malattia, sulle caratteristiche e implicazioni del dolore cronico, sugli interrogativi etici derivanti e sulla necessità di concertare l’assistenza in collaborazione con altri professionisti e servizi dedicati. La presa a carico proposta considera il paziente e il suo gruppo d’appartenenza, con particolare attenzione al sostegno e alle attività d’insegnamento.
Sono previsti inoltre apporti inerenti le patologie ematologiche e del sistema immunitario.



Metodo di insegnamento

PBL, Ricerca bibliografica e ricorso alle TIC, ICorsi, esercitazioni in aula, esposto cattedratico.



Certificazione

Esame orale o scritto



Bibliografia

Bertora, PL. 2015. Neurologia per i corsi di laurea in professioni sanitarie. Padova: Piccin
Mercadante, S. 2006. Il dolore: valutazione, diagnosi e trattamento. Milano: Masson.
Nappi, G. & G. C Manzoni. 2000. Le cefalee nella pratica clinica. Milano: Masson.
Smith-Gordon. 1995. L’emicrania nella pratica clinica. London: Karl Ekbom Editore
Vanzetta, M. 2007. Il paziente neurologico, assistenza, relazione, educazione. McGraw-Hill

st.wwwsupsi@supsi.ch