Percorsi nelle formazioni socio-sanitarie in Ticino
24 marzo 2021
Pubblicato il rapporto incentrato sui percorsi nell’ambito delle formazioni sociosanitarie, frutto di una ricerca realizzata dal Centro competenze innovazione e ricerca sui sistemi educativi (CIRSE) su richiesta dell’Osservatorio cantonale sulle formazioni e professioni sociosanitarie.

Il progetto di ricerca, condotto da Giovanna Zanolla (CIRSE), propone un’esplorazione del progressivo invecchiamento demografico, che in Ticino risulta più pronunciato rispetto al resto della Svizzera, quale causa dell’aumento della domanda di personale di cura qualificato. Questa circostanza costituisce una sfida per il sistema formativo che è sollecitato a immettere nel settore sociosanitario un numero sufficiente di figure professionali in possesso di competenze adeguate alla rinnovata domanda di salute. Con l’avvento della pandemia di COVID-19 questa necessità si è evidenziata in modo ancora più marcato e assieme a essa è emersa vistosamente la criticità della significativa dipendenza dal frontalierato.

Lo studio ha analizzato i dati cantonali relativi al numero di giovani che si affacciano alle diverse formazioni sociosanitarie della Formazione professionale di base e i relativi esiti dei tirocini, tassi di conseguimento di maturità sociosanitarie, e la prosecuzione degli studi nelle formazioni sociosanitarie terziarie:

  • della Scuola Specializzata Superiore di Cure infermieristiche (SSSCI) di Bellinzona – Lugano;
  • della Scuola specializzata superiore medico-tecnica (SSSMT);
  • e del Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale della SUPSI.

Nuova pubblicazione

Zanolla, G., (2020). Percorsi nelle formazioni socio-sanitarie in Ticino. Centro competenze innovazione e ricerca sui sistemi educativi.

Maggiori informazioni

Giovanna Zanolla, Capoprogetto
Centro competenze innovazione e ricerca sui sistemi educativi (CIRSE)
+41 (0) 91 58 666 68 43
giovanna.zanolla@supsi.ch

st.wwwsupsi@supsi.ch