CAS Terapia della mano
La mano è un organo estremamente complesso, che ha un ruolo funzionale, sociale ed estetico. Viene definita lo specchio della mente. Per ottenere risultati ottimali, la sua cura deve essere affidata ad un medico specialista in chirurgia della mano e, necessariamente, ad una/un terapista della mano. Alla/al terapista della mano è richiesta una conoscenza approfondita dell’anatomia della mano e dei concetti di riabilitazione ed ergonomia rispetto al trattamento di questo distretto corporeo così delicato e complesso.

In collaborazione con

Image In collaborazione con

La/il terapista della mano competente, deve essere in grado di eseguire una valutazione clinica di base, concordare i giusti obiettivi con il paziente e saper impostare il piano di trattamento adeguato, anche con il confezionamento e l’utilizzo di tutori personalizzati.  Solo il suo lavoro, sincronizzato con il lavoro del chirurgo, permette il raggiungimento di un risultato adeguato. La terapia della mano è in sintesi un momento fondamentale e imprescindibile dall’atto chirurgico nell’ambito della Chirurgia della Mano. La/il terapista della mano favorisce il recupero funzionale della mano operata o patologica, nello stesso tempo proteggendo le strutture lese o chirurgicamente ripristinate. Più che in qualsiasi altra disciplina chirurgica o medica, l’apporto terapeutico della/del terapista è tanto importante quanto l’atto chirurgico.

In questo corso di formazione le/i partecipanti svilupperanno competenze di base utili a trattare il paziente di chirurgia della mano, sia esso in corso di trattamento conservativo o post-chirurgico. Parte delle conoscenze acquisite, sarà inoltre incentrata sulla tecnica di confezionamento di tutori customizzati per le specificità anatomiche e patologiche del paziente.

Il corso si basa su 9 seminari di 3 giorni per un totale di 216 ore. Ognuno dei moduli si rivolge alla medesima struttura anatomica, vista secondo problematiche degenerative o traumatiche.

Durante i seminari, le/i partecipanti acquisiranno nozioni base sulle diverse patologie per quanto riguarda l’epidemiologia, la diagnostica e il trattamento chirurgico o conservativo. Apprenderanno quindi i diversi processi riabilitativi, incentrati sulle esigenze peculiari del distretto “mano” e della specifica patologia e acquisiranno le conoscenze teoriche e pratiche del confezionamento dei tutori per questo distretto anatomico.

Video presentazioni del corso

Image Video presentazioni del corso

PD Dr. med. Thomas Giesen

Guarda il video

 

Image

Susanna Pagella, Ergoterapista

Guarda il video

Obiettivi

Il CAS porterà la/il terapista a:

  • Sviluppare competenza specifiche ed attuali nel campo della riabilitazione della mano
  • Formarsi nella valutazione di quadri clinici semplici e complessi nella chirurgia della mano
  • Formarsi nella gestione di situazioni in cui strutture diverse, con esigenze diverse (ossa, tendini nervi, ...) si trovino contemporaneamente ad essere coinvolte nella patologia di base, e a dover essere mobilizzate ma anche allo stesso tempo protette
  • Approfondire il ragionamento clinico, imparando ad interfacciarsi costantemente con le/gli altre/i specialiste/i del team dedicato alla mano, per modificare o adattare protocolli esistenti a situazioni cliniche o cliniche psicologiche particolari
  • Sviluppare la conoscenza teorica e pratica per il confezionamento di tutori customizzati, adattati di volta in volta alle esigenze diverse di ogni singolo caso
  • Valutare i nuovi protocolli riabilitativi provenienti dalla letteratura o da esperienze personali e saperli integrare con criticità nella prassi quotidiana

Programma

Il percorso formativo è strutturato in linea con i criteri dei corsi di Terapia della Mano internazionali, abbracciando la patologia inerente a questo distretto a 360 gradi.
Il corso è della durata di 27 giornate divise in 9 seminari da 3 giorni. La frequenza a tutti i moduli e il superamento dell’esame finale danno diritto all’ottenimento del CAS.

Seminario 1
Introduzione alla chirurgia e alla terapia della mano

Il primo modulo, di lezioni frontali e lezioni pratiche, con parti di esercitazioni "hands on", affronta temi cardine per lo sviluppo delle tematiche successive relative alle differenti patologie della mano. In particolare si introducono i principi anatomici e fisiologici delle patologie della mano, le basi dell’imaging, il ragionamento clinico e la pratica evidence based. I fondamentali dei trattamenti manuali e delle medicazioni.
 
Seminario 2
La patologia tendinea traumatica e infiammatoria della mano

In questo modulo viene affrontata la patologia traumatica e infiammatoria dei tendini della mano. Nel seminario le lezioni teoriche e pratiche affrontano il ragionamento clinico, i protocolli riabilitativi classici e le evoluzioni più recenti nel trattamento conservativo e chirurgico delle patologie tendinee della mano.
 
Seminario 3
La patologia compressiva nervosa e le lesioni nervose

In questo terzo modulo viene affrontata la patologia dei nervi periferici, traumatica e degenerativa. Le lezioni teoriche riprendono l’anatomia essenziale dei nervi e la fisiologia delle lesioni traumatiche e le patologie compressive maggiormente comuni. Viene anche dedicata una giornata alle patologie del plesso brachiale e al dolore neuropatico.
 
Seminario 4
La traumatologia del polso

In questo modulo vengono ripercorsi gli elementi anatomia funzionale del polso e la teoria dei traumi del polso quali: le fratture di radio e di scafoide, le fratture dell’altre ossa del carpo, le lesioni legamentose del legamento scafo lunato e luno piramidale, come anche le lesioni della fibrocartilagine triangolare (TFCC) e le lussazioni perilunari.
 
Seminario 5
La patologia degenerativa di polso e mano

In questo modulo viene affrontata la patologia degenerativa del polso. In particolare i fenomeni di SNAC e SLAC wrist, le sindromi da impatto dell’ulna, l’artrosi della articolazione radio ulnare distale, la panartrosi del polso e il morbo di Kienboeck. Viene inoltre affrontata la tematica della rizoartrosi e della artrosi delle dita.
 
Seminario 6
Le fratture della mano

In questo modulo vengono affrontate le fratture traumatiche e patologiche delle ossa della mano e le lesioni legamentose delle dita, maggiormente comuni. Il modulo approfondisce sia il ragionamento clinico sia i trattamenti conservativi e i protocolli riabilitativi post operatori per le comuni tecniche di fissazione ossea o ricostruzione legamentosa.
 
Seminario 7
Le patologie dei tessuti molli

In questo modulo vengono affrontati i traumi complessi della mano, inclusi i micro e i macro reimpianti. Vengono introdotti i concetti base di microchirurgia e i principi di riabilitazione nella chirurgia degli innesti cutanei dei lembi liberi e peduncolati. Largo spazio viene dato al ragionamento clinico e alle strategie da adottare nei casi in cui più strutture siano lese. Il terzo giorno del seminario invece è dedicato al morbo di Dupuytren e alle infezioni della mano. Incluso nel seminario una prova pratica di valutazione con presentazione di un caso clinico e creazione di uno splint termoplastico come valutazione intermedia in preparazione dell’esame finale.
 
Seminario 8
Il gomito

Questo ottavo modulo affronta un distretto di frontiera ed estremamente complesso: il gomito. Questo modulo è anche pensato come seminario autonomo che affronta e approfondisce la patologia traumatica e degenerativa cosi come la riabilitazione del gomito a 360 gradi.
 
Seminario 9
The dark side of the moon

Questo nono e ultimo modulo affronta le patologie meno "meccaniche" dell’universo mano, con uno sguardo particolare all'algodistrofia ed ai suoi diversi approcci terapeutici. Viene inoltre affrontata la gestione e presa in carico del paziente in chirurgia della mano e la gestione del paziente con alterazioni psicologiche, malattie psichiatriche e i simulatori. Viene infine data una base concettuale per il trattamento dei pazienti con paralisi spastica dell’arto superiore. Il seminario si conclude con l’esame finale.

Pratica clinica

Al termine di ogni lezione teorica verrà proposta la parte pratica, durante la quale studenti e studentesse realizzeranno ortesi su misura utilizzando diversi materiali, acquisendo così le nozioni base su come modellare i diversi materiali e posizionare in modo corretto la mano a seconda della patologia trattata. A seconda dell’argomento verrà spiegato approfonditamente il ragionamento clinico e verranno insegnate modalità di trattamento fisico quali l’applicazione di taping, bendaggi compressivi, tecniche di massaggio, tecniche di mobilizzazione.

Destinatarie/i

Il corso è riservato a ergoterapiste/i o fisioterapiste/i laureate/i o diplomate/i.
In caso di formazioni equipollenti, l’ammissione è subordinata all’invio e relativa valutazione del dossier del candidato.

Video presentazioni del corso

Image Video presentazioni del corso

PD Dr. med. Ivan Tami

Guarda il video

Image

Rosana Stojmenova, Ergoterapista

Guarda il video

Relatrici/tori

Relatrici/tori terapiste/i

  • Susanna Pagella, Terapista occupazionale, lavora in riabilitazione della mano da 10 anni. Coordina uno staff di 15 terapisti presso uno studio di ergoterapia con 7 sedi in Ticino
  • Rosana Stojmenova, Ergoterapista BSc, si interessa di riabilitazione della mano lavorando dal 2014 sul territorio locale. Segue da anni gli studenti SUPSI durante i periodi pratici e partecipa attivamente a formazioni continue nell’ambito della riabilitazione della mano.  Dal 2020 è co-titolare di uno studio indipendente
  • Fimke Donati Gerbrandij, Terapista occupazionale BSc, specializzata in riabilitazione della mano. Dal 1999 titolare di uno studio indipendente a Locarno. MAS in OT 2021 in Winterthur, Svizzera. Da 10 anni docente SUPSI nel Bachelor di ergoterapia
  • Maria Teresa Escudero Borja, Laureata in Fisioterapia presso l’Università di Murcia in Spagna nel 2001. Specialista nel trattamento invasivo e conservativo della sindrome di dolore miofasciale. Specialista in Elettrolisi Percutanea (E.P.) e in Ecografia avanzata muscolo-scheletrica per fisioterapisti
  • Sarah G. Ewald, Terapista Occupazionale BSc, MA Ed, Swiss CHT, ECHT.  È stata coinvolta per molti anni nel comitato SSRM per la formazione sulla riabilitazione della mano. Ancora oggi è impegnata nella terapia della mano in Europa e a livello internazionale come membro di EFSHT e IFSHT e partecipa attivamente a vari congressi. Ha tenuto innumerevoli conferenze ed incontri di esperti ed è sia insegnante che autrice di vari articoli e libri scientifici
  • Cinzia Ferrari, Fisioterapista diplomata e coordinatrice del servizio di fisioterapia della Clinica Ars Medica. Nel 2012 completa la formazione di sei anni in Terapia Manuale Osteopatica alla scuola Franco-Italiana di Livorno. Nel 2016 partecipa al Master di Posturologia Clinica a Milano. Dal 2020 frequenta il Jones Institut di Torino per la tecnica osteopatica americana Strain Counterstrain
  • Tamara Hauri, Ergoterapista BSc, MSc in Ergoterapia University of Applied Sciences Amsterdam Terapista della mano certificato in Svizzera (Swiss CHT).  Lavora da tempo presso L’ospedale Universitario di Zurigo come Terapista della Mano ed ha in corso un PHD presso l’ospedale Universitario di Berna
  • Francesco Romagnoli, Terapista occupazionale e terapista della mano. Presidente della Federazione Europea delle società di Terapia della Mano (EFSHT). Consigliere AIRM e presidente del comitato scientifico. Delegato per l’Italia presso l’associazione Mondiale di Terapia della Mano. Docente presso università italiane ed internazionali, ricercatore per l’università degli studi di Brescia
  • Cornelia Struchen, Ergoterapista FH MAS e da oltre 30 anni si occupa di terapia della mano. Dirige uno studio di riabilitazione a Lucerna. Ha insegnato presso l'Università di scienze applicate di Winterthur (ZHAW) come responsabile del perfezionamento in terapia occupazionale e gestione del MAS nell'assistenza sociale e sanitaria
  • Irene Wicki, Fisioterapista, MSc Pain, OMT svomp®, si interessa di neurofisiologia e di meccanismi del dolore, istruttrice NOI (Neuro Orthopaedic Institute)

Relatori Chirurghi

  • Thomas Giesen, Privatdozent presso L’Università di Zurigo per la Chirurgia della mano e presso l’Università della Svizzera italiana. Specialista in Chirurgia della Mano e Traumatologia e Ortopedia presso Centro manoegomito,  Clinica Ars Medica, Gravesano e Consulente presso Ospedale Cantonale di Lucerna per le lesioni del plesso brachiale, le malformazioni congenite della mano e le ricostruzioni microchirurgiche complesse
  • Ivan Tami, Specialista in Chirurgia della Mano e Ortopedia e Traumatologia presso Centro manoegomito,  Clinica Ars Medica, Gravesano. “Next President” della Società Svizzera di Chirurgia della Mano. Membro della commissione per gli studi dell’Università della Svizzera italiana
  • Stefano Lucchina, Specialista in Ortopedia e Traumatologia e Specialista in Chirurgia della Mano. Medico Aggiunto Dipartimento di Chirurgia della Mano presso Ente Ospedaliero Cantonale, Ospedale la Carità, Locarno. Docente SUPSI per la Chirurgia della Mano

Consulenti Medici esterni

  • Fazia Bernasconi, Specialista in Psichiatria, Locarno
  • Monika Raimondi, Specialista in Neurologia. Responsabile del servizio di Neurologia presso la Clinica Luganese di Moncucco e consulente presso Clinica Ars Medica, Gravesano, Svizzera. Medico formatore per la Specialità di Neurologia in Svizzera

Diversi relatori di rilievo, nazionali e internazionali, verranno invitati per trattare temi specifici.

Date

  • Seminario 1: 09-10-11 settembre 2022
  • Seminario 2: 7-8-9 ottobre 2022
  • Seminario 3: 18-19-20 novembre2022
  • Seminario 4: 13-14-15 gennaio 2023
  • Seminario 5:  10-11-12 febbraio 2023
  • Seminario 6: 24-25-26 marzo 2023
  • Seminario 7: 21-22-23 aprile 2023
  • Seminario 8: 19-20-21 maggio 2023
  • Seminario 9: 09-10-11 giugno 2023

Luogo e orari

Le lezioni in presenza si svolgono a Manno presso la sede del Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale (Via Violino 11, Stabile Piazzetta) dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 17.00.

Costo

Intero CAS: CHF 5'000.-
Singolo seminario: CHF 750.-

È previsto uno sconto del 10% per i soci degli enti convenzionati: SUPSI Alumni, PhysioSwiss AIFI Nazionale, GIS Sport, GTM, SVOMP, GTM, ASE, Società Italiana Terapia Occupazionale (SITO) e Associazione Italiana Terapisti Occupazionale (AITO), previo invio dell’attestazione di affiliazione al segretariato (deass.sanita.fc@supsi.ch).
La copia del documento deve essere trasmessa al segretariato entro la scadenza del termine d’iscrizione.

Certificato e crediti di studio

Certificate of Advanced Studies SUPSI in Terapia della mano del valore di 15 crediti ECTS, previa elaborazione e superamento dell’esame a scelta multipla finale e del lavoro di certificazione finale sotto forma di elaborato scritto.

Iscrizione

Responsabile

Gianpiero Capra, fisioterapista MSc, docente senior e coordinatore della Formazione continua area Riabilitazione del Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale della SUPSI.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch