Pratica clinica avanzata: malattie croniche

  • Codice
  • MScCI_Cli_010.3
  • Frequenza
  • Obbligatoria.
  • Semestre rif.
  • Durata
  • 1 semestre
  • Formazione
  • Cure infermieristiche
  • Filone formativo
  • Area Clinica e Area Ricerca
  • Responsabile/i modulo
  • Prandi Cesarina
  • Tipo di modulo
  • Obbligatorio
  • ECTS
  • 4.0

Frequenza

Il passaggio da una pratica clinica basata sulle patologie a un ragionamento organico sul tema delle condizioni croniche e delle traiettorie di malattia richiama la necessità di affrontare tematiche rilevanti per un cambiamento del modus operandi degli infermieri. La pratica clinica avanzata necessita di un approfondimento metodologico e strumentale per rispondervi coerentemente. Sono diffusi modelli di lettura di realtà complesse in questi settori e la messa a punto di strumenti clinico organizzativi. Il lavoro di assistenza e cura ha la necessità di basarsi contemporaneamente su modelli di cura, applicare strumenti di valutazione e screening, definire, coordinare e applicare piani di cura integrati. Il presente modulo avvia nel percorso Master in Cure Infermieristiche una metodologia didattica che vede compartecipi due settori: quello clinico e quello di ricerca.



Descrizione

Il modulo Pratica Clinica Avanzata - Malattie croniche e il Modulo Ricerca (3) sono stati programmati per essere svolti congiuntamente. A partire da una tematica ritenuta pilastro nell'azione di infermieri/e nell'ambito delle formazione avanzata quale la Cronicità si sono definite delle sottotematiche ad essa confluenti e disegnato un protocollo di ricerca sul campo in cui tutti gli studenti sono coinvolti. E' parte integrante dello sviluppo dei moduli: sviluppo di tematiche e argomenti; consultazione e utilizzo delle migliori evidenze nell'ambito della cronicità; lo sviluppo di competenze per partecipare ad uno studio scientifico inerente la complessità delle cure a domicilio. Ritenuto un tema esemplificativo delle priorità di assistenza e cura, di necessità di innovazione dei servizi Spitex, di connessione con altri aspetti relativi alla rete dei servizi e differenti setting di assistenza.



Obiettivi / Competenze mirate

Gli studenti al termine del modulo avranno:
Acquisito e rielaborato contenuti teorici specifici inerenti le cure complesse, la fragilità e le condizioni di cronicità
Sviluppato la conoscenza di strategie diversificate di intervento sulla base di una visione “centrata sul paziente” in condizioni di cronicità
Avuto occasione di definire e applicare modalità di valutazione degli interventi e degli esiti sulla base di evidenze scientifiche e secondo un principio di appropriatezza.
Individuare e sperimentare strumenti per agire in maniera proattiva nelle situazioni di fragilità e complessità delle cure.
Individuato tecniche per assumere in modo tempestivo e appropriato attività di consulenza a membri del team e dell’organizzazione e/o a operatori di servizi esterni, e sostengono il processo decisionale.
Acquisito competenze/capacità di raccolta dati per diverse tipologie di studi.
Consolidato la conoscenza rispetto ai processi di uno studio di validazione e di uno studio qualitativo.
Applicare nel contesto della pratica le conoscenze acquisite in un ambiente di ricerca protetto.
Pianificare e condurre un focus group e un'intervista face to face.
Sperimentare il lavoro in un gruppo coinvolto in attività di ricerca e apprendimento.



Contenuti

Problemi prioritari di salute;
Principi, logiche e modelli per affrontare problematiche croniche (Chronic care model espanded /kaiser permanente)
Metodi e strumenti per indagare le condizioni croniche (Traiettorie di malattia, di cura, di assistenza)
Le cure integrate: modelli e strumenti (case management/pivot/legame/team/cure integrate/ long term care/ follow up care) .
Fragilità Vulnerabilità e Complessità
Azioni infermieristiche di coordinamento clinico
Il sistema di assessment delle cura a domicilio (InterRAI-HC)
Guida all’implementazione COMID
Questionario COMID: presentazione strumento e utilizzo clinico e di ricerca per validazione
Setting di applicazione: protocollo di ricerca COMID_Ticino
Studio qualitativo nell'implementazione di uno strumento: focus group e intervista (pianificazione, conduzione e analisi tematica)
Validazione di strumenti di indagine



Relatore/i

Cesarina Prandi - SUPSI DEASS
Sara Levati - SUSPI DEASS
Monica Bianchi - SUPSI DEASS
Loris Bonetti - SUPSI DEASS
Elisa Sberna - ACD Mendrisio
Alessandra Viganò - ALVAD
con interventi di:
Verdiana Silano - CPA Sementina
Gabriele Balestra - ALVAD
Fabienne Cocchi – SCUDO



Prerequisiti

Elementi di statistica descrittiva, conoscenze della tipologia degli studi, elementi di pratica infermieristica di base relativi alle condizioni croniche, pianificazione delle cure, applicazione del processo nursing.



Metodo di insegnamento

Gli studenti parteciperanno ad un reale percorso di ricerca azione nell'ambito delle cure domiciliari. Si tratta di un laboratorio a cielo aperto, ovvero tutti i soggetti coinvolti: docenti, ricercatori, studenti, infermieri dei servizi parteciperanno a lavori teorici, pratici e di ricerca. Verrà applicato il modello PAR. In specifico si tratta di: lezioni, video lezioni, reading scientifici, lavoro in team, simulazioni, applicazioni sul campo, sperimentazione di strumenti, conduzione di focus group, conduzione di interviste.



Metodo di valutazione

L'applicazione della metodologia PAR si caratterizza per valorizzare e aggiungere interessi comuni. Nello specifico si tratta di Co-creare una visione condivisa di comunità professionali inclusive; Diventare consapevoli e responsabilizzarsi attraverso la cura, la condivisione e la collaborazione; Condividere percorsi e luoghi di inclusività nell'area delle cure domiciliari; Valorizzare e praticare l'inclusione e co-condurre un cambiamento trasformativo.

Valutazione formativa, certificativa nelle aree clinica, ricerca e apprendimento cognitivo.



Certificazione

la valutazione del Modulo PCA Malattie Croniche e Ricerca (3) consiste nella preparazione di un dossier individuale che ha al suo interno:
parte A - evidenza della pratica sperimentale di tipo quantitativo e qualitativo
• analisi riflessiva relativa al lavoro di indagine
parte B- evidenze di conoscenza e comprensione delle tematiche relative alla Cronicità, complessità, fragilità;
analisi riflessiva della conduzione della esperienza didattica



Carico di lavoro dello studente / Durata lavoro autonomo

Oltre alle ore di lezione in aula, a quelle programmate per la realizzazione dello studio sono da considerare per un complessivo di 72 ore sono da pianificare 60 ore di applicazione individuale.

Bibliografia

Durante le attività didattiche sarà fornita un'esauriente bibliografia aggiornata.

st.wwwsupsi@supsi.ch