La giornata della punteggiatura
22 novembre 2013
Negli Stati Uniti il 24 settembre di ogni anno è il "National Punctuation Day": una giornata per sensibilizzare ogni tipo di scrivente sul rispetto della punteggiatura, considerata dagli studiosi uno degli aspetti centrali per la costruzione del testo scritto.
In Canton Ticino faremo qualcosa di simile: il 4 dicembre del 2013 sarà infatti celebrata "La giornata della punteggiatura", organizzata dal Centro di competenza di Didattica dell’italiano e delle lingue nella scuola del Dipartimento formazione e apprendimento.

 Divisa in due parti, prevede al mattino una sessione a invito con alcuni laboratori riservati a bambini di scuola elementare e al pomeriggio, dalle 14 alle 18 al Teatro di Locarno, una sessione aperta al pubblico con una serie di relazioni accademiche e divulgative, più una sorpresa letteraria con la collaborazione di Daniele Dell’Agnola.

La peculiarità dell’iniziativa, che la distingue da altre analoghe proposte in altri contesti, è di affrontare la punteggiatura dal punto di vista della sua didattica, coerentemente con la missione di formazione e di ricerca applicata del Dipartimento formazione e apprendimento.
Le relazioni del pomeriggio, infatti, saranno l’occasione per presentare il volume a cura di Silvia Demartini e Simone Fornara "La punteggiatura dei bambini. Uso, apprendimento e didattica" (Roma, Carocci, 2013), resoconto delle ricerche e delle sperimentazioni condotte negli anni passati in classi ticinesi e italiane, con i contributi, oltre ai due curatori, di Luca Cignetti, Dario Corno e Boris Janner.

L’obiettivo è di delineare alcune piste concrete per inserire l’insegnamento della punteggiatura nel più ampio percorso dell’educazione linguistica a scuola, proponendo inoltre un approccio didattico innovativo e coinvolgente, utile ad accompagnare l’apprendimento linguistico dell’allievo.

La sessione pomeridiana, moderata da Dario Corno, avrà come ospite d’eccezione Giuseppe Patota, professore di Storia della lingua italiana presso l’Università di Siena-Arezzo e autore di libri divulgativi sui dubbi dell’italiano parlato e scritto di oggi di grande successo. La sua conferenza permetterà di toccare altri nodi cruciali dell’italiano parlato e scritto di oggi, tra luoghi comuni di vecchia data e nuove forme di comunicazione.

Conferenza pubblica e presentazione del libro
Mercoledi 4 dicembre 2013
Ore 14.00-18.00
Teatro di Locarno

Iscrizioni
dfa.fc@supsi.ch

Contatti e informazioni
Per informazioni scrivere a Simone Fornara simone.fornara@supsi.ch, docente-ricercatore e responsabile del Centro di competenza di Didattica dell’italiano e delle lingue nella scuola (DILS) del Dipartimento formazione e apprendimento.
 

st.wwwsupsi@supsi.ch