Abstract
Michela Mayer, consulente INVALSI

Valutare le competenze scientifiche: la criticità delle domande “tipo PISA” nella situazione italiana

Valutare le competenze è la sfida che PISA cerca di raccogliere e che richiede un cambiamento non solo nel modo di valutare ma anche nel modo di insegnare. L’intervento esaminerà in partenza alcuni dei risultati italiani nelle prove PISA di scienze, in particolare l’alto numero di omissioni e le difficoltà nel rispondere alle domande aperte. Le ‘modalità di domanda’ sembrano infatti essere cruciali: quelle che non richiedono memorizzazione di contenuti ma ragionamento e capacità di connessione logica sembrano più estranee alla cultura scolastica italiana (ma anche di altri paesi, in particolare quelli latinoamericani).

La difficoltà sembra essere non solo quella degli studenti nel rispondere ma anche quella degli insegnanti nel provare a formulare domande ‘tipo PISA’. Verrà presentata la proposta di valutazione abbinata al PON Educazione Scientifica portato avanti dall’INDIRE – con più di 50 prove originali, di 10 o più item ciascuna, rivolte alla scuola elementare e media e al biennio della superiore, e disponibili sul sito INDIRE – e verranno discusse, sulla base di alcuni item, le difficoltà incontrate, soprattutto nella valutazione delle competenze.

st.wwwsupsi@supsi.ch