Laboratorio di motricità fine: presentazione del volume
16 giugno 2021
Online - ore 18.00-19.30
Dopo il successo del primo evento online, i tre autori Lietta Santinelli, Nicola Rudelli e Livia Taverna ripropongono insieme a Martina Bellavere un momento di informazione sul volume dedicato ai giochi che aiutano a sviluppare le abilità fino-motorie e la grafomotricità nei bambini dai 4 ai 6 anni.

Le abilità di motricità fine rivestono un’importanza centrale nel percorso di apprendimento del bambino, in quanto gli permettono di imparare a svolgere numerose attività della vita quotidiana, negli ambiti della cura di sé, dell’apprendimento scolastico e del tempo libero.

Il volume propone materiale di qualità idoneo a un intervento abilitativo e non solo riabilitativo ideato per sviluppare competenze motorie, in particolare manuali e visuo-motorie. Risponde all’esigenza di intervenire in favore di tutti i bambini di età prescolare, tra i 4 e i 6 anni, con attività di supporto adatte all’ambiente scolastico ma anche a quello familiare, oppure clinico là dove sono presenti difficoltà più o meno severe nell’apprendimento motorio.

Attività ludiche per sviluppare le competenze motorie
Il kit propone una stimolazione quotidiana, ludica e specifica, attraverso 15 attività, ciascuna articolata in tre gradi di difficoltà e corredata di un video esplicativo accessibile tramite QR code. Le caratteristiche ludiche e la progressione senza errori rinforzano il piacere e la motivazione del bambino verso l’acquisizione di nuove competenze motorie; l’utilizzo di materiale a basso costo e facilmente reperibile permette, inoltre, di utilizzare il kit in qualsiasi contesto socio-economico. Al volume sono allegati materiali a colori che accompagnano il bambino nello svolgimento delle attività e lo conducono all’autonomia.

Le attività permettono di sviluppare tre fattori fondamentali:

  • la destrezza manuale: la capacità di manipolare oggetti relativamente grandi in maniera abile e controllata
  • la destrezza digitale: l’insieme delle coordinazioni e dissociazioni dei movimenti fini delle dita per manipolare degli oggetti di piccole dimensioni.
  • l’integrazione visuomotoria: la coordinazione tra le funzioni visuo-percettive e gestuali in attività finalizzate necessaria, ad esempio, per copiare forme o disegni. È un’abilità fondamentale per il corretto apprendimento della scrittura.

Grazie alle griglie di osservazione e agli aiuti proposti per ogni attività, il laboratorio è utilizzabile anche in piccolo gruppo, per offrire una stimolazione focalizzata sui bambini a rischio. Nella sua forma individuale, è somministrabile in modo specifico ai bambini che presentano un disturbo diagnosticato e che necessitano di un intervento individualizzato.

Modera la presentazione: Heidrun Demo, Centro competenze bisogni educativi, scuola e società del DFA

Partecipazione

L’evento si terrà in modalità online ed è gratuito.
Per iscriversi mandare un’email a livia.taverna@unibz.it

st.wwwsupsi@supsi.ch