Promozione delle professioni tecniche
La scarsa attrattività delle professioni tecniche per le ragazze è attribuita a varie cause. Non solo le professioni tecniche sono poco conosciute in generale, ma le ragazze faticano ad avvicinarsi ad esse a causa di pregiudizi che le dipingono come poco adatte ad essere intraprese da donne.

Seppure dall’inizio del progetto vi è stato un leggero incremento, nella Svizzera italiana vi è ancora un numero esiguo di ragazze negli apprendistati e nelle Scuole Arti e Mestieri che permettono il conseguimento di una maturità professionale tecnica, la via diretta per iscriversi ai corsi di laurea tecnici della SUPSI, e di conseguenza poche studentesse in questi percorsi formativi.

La promozione in SUPSI

La promozione delle professioni tecniche per ragazze in SUPSI ha avuto origine nel 2001 con l'organizzazione della prima edizione delle giornate tecniche rivolta alle allieve di terza e quarta media.

Promtec (Promozione delle professioni tecniche per ragazze) è promosso dal Servizio Gender e Diversity in stretta collaborazione con il Dipartimento ambiente, costruzioni e design (DACD), il Dipartimento tecnologie innovative (DTI) e la Scuola arti e mestieri di Trevano (SAMT).

A chi si rivolge

Il progetto Promtec SUPSI-SAMT comprende oggi attività rivolte alle studentesse e studenti di diversi ordini scolastici.

Oltre alle variegate attività per allieve ed allievi di terza e quarta media, il progetto si rivolge anche alle studentesse delle Scuole Professionali (rami tecnici) e alle studentesse dei corsi di laurea tecnici della SUPSI.

Scopi e obiettivi

Nel 2001 sono nate le giornate tecniche per le ragazze con lo scopo di informare le giovani che alla fine della scuola media devono già compiere un'importante scelta per il loro futuro professionale. Le giornate intendono divulgare le interessanti prospettive professionali dell'ingegneria e sradicare i pregiudizi che ostacolano le ragazze nella scelta dei settori tecnici.

Una maggiore presenza femminile in queste professioni permetterà inoltre di migliorare in futuro le condizioni generali di lavoro nel settore. Si potrà sensibilizzare maggiormente i datori e le datrici di lavoro su temi come una maggiore flessibilità dell’orario di lavoro in accordo con gli impegni familiari, il jobsharing e il tempo parziale.

Anche se le diverse attività del progetto Promtec sono nate per incentivare un maggior numero di ragazze ad intraprendere le diverse professioni tecniche, oggi il progetto prevede anche attività per ragazzi.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch