Eventi e comunicazioni
Stati fragili: Implicazioni per la cooperazione allo sviluppo
15 novembre 2014
Lugano, Università della Svizzera italiana, aula A11, ore 9.45-17.00
Come di consueto, anche quest’autunno avrà luogo il simposio tematico promosso dalla FOSIT e dalla Città di Lugano in collaborazione con USI e SUPSI.

L’incapacità di garantire la sicurezza e i servizi pubblici di base, e d’instaurare un rapporto costruttivo con le rispettive popolazioni, sono i denominatori comuni di una quarantina di Stati “fragili”. Sono tra i Paesi più poveri al mondo. Spesso i loro governi si caratterizzano per la volatilità politica e la corruzione, che alimentano circoli viziosi, da cui questi Stati non riescono a liberarsi.

“Uno Stato è fragile quando non intende o non è in grado di assumere le necessarie funzioni per la lotta contro la povertà, la promozione dello sviluppo, la sicurezza della popolazione e il rispetto dei diritti dell’uomo” (OCSE).

Programma

Ore 9.45
Accoglienza e registrazione

Ore 10.15
Apertura ufficiale del Simposio
Saluto di benvenuto di Pietro Veglio, Presidente FOSIT

Ore 10.30
Tavola rotonda: “Stati fragili: implicazioni per la cooperazione allo sviluppo”.
Intervengono: Pio Wennubst, Direttore Cooperazione globale DSC;
Richard Chenevard, Responsabile di Programma, Divisione Africa occidentale, DSC;
Valeria Gamboni, Segretaria generale FOSIT.

Ore 11.30
Dibattito con i relatori aperto al pubblico

Ore 12.00
Pranzo presso la mensa dell’USI

Ore 13.30
Atelier di formazione
Atelier 1: “La gestione del progetto `sensibile´ al conflitto” (Conflict sensitive poject management) a cura di Sidonia Gabriel, direttrice del Centro di promozione della pace, Fondazione svizzera per la pace, e di un rappresentante di Helvetas Swiss Intercooperation;
Atelier 2: “L’approccio partecipativo in un contesto di fragilità istituzionale”, a cura di María Liliana Soler-Gómez Lutzelschwab, docente al Graduate Institute di Ginevra.

Ore 16.45
Restituzione dei gruppi nella sessione plenaria e chiusura.

Iscrizioni

Iscrizioni obbligatorie entro il 7 novembre sia per la tavola rotonda, sia per gli atelier pomeridiani allo 091 924 92 70; info@fosit.ch

st.wwwsupsi@supsi.ch