Eventi e comunicazioni
I solventi nell'Industria: rischi per la sicurezza e impatti ambientali
20 novembre 2015
Manno, Dipartimento tecnologie innovative
Il 12 Novembre 2015 si è tenuto l'incontro "I solventi nell'industria: rischi per la sicurezza e impatti ambientali" organizzato dalla Formazione Continua della SUPSI e dall'associazione AFTI. L'incontro aveva lo scopo di creare un confronto tra le aziende che utilizzano e immagazzinano sostanze chimiche e solventi industriali e le autorità che regolamentano la preservazione del territorio e dell'ambiente, nonché le istituzioni di riferimento per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il workshop é stato programmato seguendo un approccio multidisciplinare basato sulla gestione dei rischi che possono derivare dallo stoccaggio, dall’utilizzo nei processi produttivi, dalla generazione di rifiuti e dalle emissioni atmosferiche.

Il Dr. Luca Rossinelli di SUVA ha aperto il Workshop con un intervento dettagliato sul pericolo di esplosione dovuto alla presenza di solventi, evidenziando le condizioni che possono portare ad un evento dannoso; in particolare sono state illustrate le situazioni di possibili fughe di solvente, l’accumulo di cariche elettrostatiche, le fonti di innesco. Nella seconda parte il Dr. Rossinelli ha affrontato gli aspetti di igiene del lavoro, dall’esposizione dei lavoratori ai dispositivi di protezione individuale.

L’Ing. Davide Scerpella, Ufficio della gestione dei rischi ambientali e protezione del suolo, ha illustrato il procedimento previsto dall’Ordinanza OPIR sulla protezione contro gli incidenti rilevanti e la modifica introdotta lo scorso giugno sulle sostanze altamente attive.

Il Dr. Samy Knapp, Ufficio dei rifiuti e siti inquinati, ha descritto con cura i compiti delle aziende fornitrici, dalla raccolta allo smaltimento dei rifiuti contenenti solventi. E’ stato apprezzato l’accenno ai siti internet per la ricerca di codici rifiuti, di aziende di smaltimento, di ditte di trasporto.

La Dr.ssa Alejandra Almada, Ufficio dell’aria del clima e delle energie rinnovabili, ha illustrato i requisiti dell’Ordinanza contro l’inquinamento atmosferico, distinguendo le prescrizioni relative alle pratiche amministrative e le prescrizioni per il convogliamento e l'espulsione degli effluenti. Altrettanto particolareggiata è stata la relazione sulla tassa di incentivazione sui Composti Organici Volatili: le aziende possono chiedere la restituzione o esenzione dalla tassa secondo il meccanismo previsto dall’Ordinanza OCOV.

Gli adempimenti per la spedizione di merci pericolose e rifiuti contenenti solventi sono stati trattati dalla Dr.ssa Franca Fardini della società emergee sagl di Chiasso. È stata evidenziata l’importanza della valutazione di assoggettabilità alla normativa ADR o della possibilità di esenzioni totali o parziali, è stato descritto il ruolo di Addetto alla sicurezza OSAS, le modalità di spedizione, la scelta e identificazione degli imballaggi; sono state sottolineate le responsabilità in fase di carico, sia operative che a livello di contratto di trasporto.

Il pomeriggio è stato chiuso con l’intervento del Dr. Jarno Rusca (Sales Area Manager) e dal Dr. Marc Cracco (Servizio tecnico clienti) di Pangas AG, società del gruppo Linde, i quali hanno illustrato l’innovazione tecnologica del loro impianto criogenico per il recupero di solvente, le molteplici applicazioni e la rapidità di installazione, l’assistenza offerta dalla società attraverso una presenza capillare in tutto il territorio svizzero.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch