Le conseguenze fiscali dello “smart working”
19 maggio 2020
Webinar
I nuovi progressi tecnologici, collegamenti delle telecomunicazioni ad elevata velocità, accessi remoti ai sistemi degli uffici, consentono ai lavoratori dipendenti di prestare il proprio lavoro in qualsiasi luogo. La permanenza in in ufficio per l’intera giornata al fine di poter realizzare la propria attività non è più richiesta: negli ultimi anni, una modalità di lavoro sempre più gradita, soprattutto da parte del lavoratore dipendente. L’emergenza sanitaria legata al COVID-19 ha costretto anche le imprese meno flessibili e gli imprenditori più restii a fare capo a questo nuova metodologia di lavoro, la quale, come tutte le novità porta con sé opportunità e rischi. In questo senso, il Centro competenze tributarie offre un webinar al fine di analizzare le diverse implicazioni fiscali del lavoro a distanza in base alle diverse modalità che questa nuova forma di lavoro può assumere, con particolare riguardo al diritto alla deduzione di determinate spese professionali da parte del lavoratore dipendente, alla potenziale configurazione di una stabile organizzazione nel caso di lavoratori transfrontalieri, alle conseguenze fiscali e, soprattutto, al regime fiscale applicabile ai lavoratori frontalieri, nonché all’impatto che questa nuova forma di lavoro ha sulle assicurazioni sociali.

Programma e relatori

  • La nuova era dello “smart working”: analisi delle differenti casistiche e relative conseguenze fiscali con particolare riguardo al diritto alla deduzione delle spese professionali secondo la prassi del Canton Ticino
    Davide Richina
    Commissario presso l’Ufficio circondariale di tassazione di Lugano, responsabile del settore dei reclami
     
  • Lo “smart working” transfrontaliero: l’abitazione del lavoratore può configurare una stabile organizzazione?
    Gianluigi Bizioli
    Professore ordinario di diritto tributario e International and EU Tax Law nell’Università degli studi di Bergamo, Avvocato, of counsel, PwC TLS Avvocati e Commercialisti
     
  • Lo “smart working” per i lavoratori frontalieri: quale è il regime fiscale applicabile e quali le conseguenze pratiche da considerare?
    Marco Bernasconi
    Dottore, Professore SUPSI
    Francesca Amaddeo
    Avvocato, Dottoressa di ricerca in Diritto dell’Unione Europea e Ordinamenti Nazionali, Ricercatrice presso il Centro competenze tributarie della SUPSI
     
  • L’impatto dello “smart working” sulle assicurazioni sociali del lavoratore dipendente
    Siro Realini
    Capoufficio presso l’Ufficio dei contributi, Istituto delle assicurazioni sociali, Bellinzona

Iscrizione

Obbligatoria l'iscrizione entro venerdì 15 maggio 2020 mediante il seguente link.

È possibile seguire il seminario esclusivamente in videoconferenza.

Costo: CHF 350.-

Osservazioni

Il link di partecipazione al webinar è strettamente personale e non cedibile a terzi.
Durante il webinar è data la possibilità ai partecipanti di porre domande e interagire con i relatori.
Non sarà disponibile alcuna registrazione dell’evento.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch