Nuovo riconoscimento internazionale per CLARA Swiss Tech, la start-up nata in SUPSI e sostenuta dal Centro Promozione Start-up
20 giugno 2016
Una start-up ticinese formata da quattro studenti diplomati alla SUPSI ha recentemente brevettato un’innovativa giacca per ciclisti munita di frecce direzionali e luci di frenata che le ha permesso di vincere il prestigioso “Prix du Jeune Entrepreneur” assegnato dal Comité National des Conseillers du Commerce Extérieur de la France en Suisse (http://www.cce-suisse.com/391-le-prix-du-jeune-entrepreneur-pje-.htm).

CLARA Swiss Tech è l’innovativa start-up ticinese che si sta facendo onore nel mondo. Il progetto, nato da quattro diplomati presso il Dipartimento tecnologie innovative (DTI) della SUPSI e sostenuta dal Centro Promozione Start-up USI-SUPSI, ha portato a brevettare una rivoluzionaria Smart Jacket in grado di migliorare la visibilità dei ciclisti e la sicurezza di tutti gli utenti della strada. Fondatori del progetto sono quattro giovani studenti della SUPSI: Marco Dal Lago, ingegnere gestionale e studente del Master of Science (MSc) in Engineering; Paolo Cunzolo, ingegnere elettronico e studente del MSc in Engineering; Gian Mattia Pettinato ingegnere elettronico e Gianluca Costante, ingegnere informatico e studente del MSc in Engineering. Al team made in SUPSI si sono aggiunte nel tempo altre figure che hanno permesso di sviluppare ulteriormente il progetto: Gianluca Cottiati, studente del MSc in Banking and Finance presso l’Università di San Gallo; Piero Gasparini ed Antonio Casarin, imprenditori e business developers di Lugano.

La start-up CLARA è stata selezionata dal Centro Promozione Start-up USI-SUPSI (CP Start-up) per partecipare alla 14° edizione del concorso “Prix du Jeune Entrepreneur” tenutosi presso l’Ambasciata francese di Berna. Per la prima volta quest’anno il concorso è stato aperto anche a studenti della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) e dell’Università della Svizzera italiana (USI) oltre a giovani provenienti dall’Università di San Gallo, dal Politecnico Federale di Zurigo, dal Politecnico Federale di Losanna e dalla Scuola alberghiera di Losanna. I rappresentanti di CLARA si sono imposti sugli altri partecipanti aggiudicandosi un premio di CHF 10'000.-, un abbonamento al quotidiano dell’Agenzia economica e finanziaria di Ginevra Agefi, l’accompagnamento allo sviluppo e l’appoggio di uno dei membri del Comitato per un anno. La premiazione si è tenuta presso la residenza dell'Ambasciatore di Francia in Svizzera René Roudot, alla presenza di autorità francesi, dirigenti d’azienda e giornalisti. “Siamo onorati di aver ricevuto un premio di tale rilevanza; esso ci accompagnerà attraverso le fasi di sviluppo più critiche nel momento del lancio di CLARA sul mercato internazionale” ha dichiarato Marco Dal Lago, CEO & Co-Founder di CLARA Swiss Tech Sagl.

Questo premio è solo l’ultimo di una lunga serie di riconoscimenti internazionali conquistati dal gruppo di giovani imprenditori. La start-up, dopo aver preso parte con successo ad un pitch contest organizzato dal CP Start-up USI-SUPSI, è stata selezionata come una delle migliori 218 finaliste nel celebre acceleratore per start-up Mass Challenge presente a Londra, Boston ed Israele durante il quale si sono sfidati più di 2’200 progetti provenienti da tutto il mondo. Inoltre, i diplomati SUPSI hanno partecipato al Swiss Academia-Industry Training (AIT) Camp 2015 a Bangalore organizzato da EPFL, venturelab e Swissnex India, dopo essersi classificati tra le 15 migliori proposte. A marzo 2016 il team CLARA si è anche aggiudicato il Best Consumer Product Award al Wearable Technology Show di Londra, il più grande evento del settore wearable technology in Europa.

La Smart Jacket, che ha portato a tanti successi, nasce dalla volontà di trovare una soluzione all’alto rischio di coinvolgimento in incidenti stradali di ciclisti e pedoni, soprattutto in condizioni di scarsa visibilità ed in prossimità di incroci. La giacca aumenta la visibilità dei ciclisti grazie all’integrazione di frecce direzionali e sensori di frenata intelligenti. Il funzionamento di CLARA Smart Jacket è semplice e pratico: quando il ciclista decide di svoltare, può indicare le sue intenzioni agli altri utenti della strada, attivando la freccia desiderata integrata nella giacca grazie a una levetta wireless posta sul manubrio della bicicletta.

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch