Nuova ricerca



Migranti transnazionali e lavoro di cura: badanti dell\'Est coresidenti da anziani in Ticino

Acronimo agency

Abstract Il progetto di ricerca si inserisce nel filone di studi sulle migrazioni transnazionali e coniuga la dimensione di genere e le politiche di care. Nei paesi occidentali il fenomeno dell?invecchiamento della popolazione ha ormai assunto proporzioni tali da necessitare un ripensamento dei sistemi di welfare. Nei servizi di cura pubblici e privati e nelle famiglie mancano risorse per coprire i bisogni di cura continuativa delle persone anziane a domicilio. In Svizzera, vengono infatti assunte donne provenienti dall?Est per occuparsi di lavori domestici ed assistenziali nelle economie domestiche private. Si tratta di donne lavoratrici che migrano seguendo dei percorsi basati sulla struttura di opportunità dei paesi di destinazione, facendo in tal modo prova di agency. Esse assumono il ruolo di procacciatrici di reddito pur continuando a mantenere legami familiari a distanza. Ci si chiede quali siano le caratteristiche di queste donne che lavorano e vivono da anziani e quali misure strutturali, relative all?accudimento delle persone anziane a domicilio, contribuiscono a mantenere una buona qualità del care e offrire alle migranti delle condizioni di lavoro e di vita adeguate.

Enti SUPSI coinvolti Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale

Persone coinvolte Antonietta Colubriale Carone, Angelica Lepori Sergi, Pasqualina Cavadini, Anita Testa -Mader

Responsabili Paola Solcà

Data di inizio progetto 1 settembre 2011

Data di chiusura progetto 31 dicembre 2013

Allegati allegato_al_progetto rapporto di ricerca (in italiano)
allegato_al_progetto Asse 6_Agency Migranti (in italiano)
allegato_al_progetto SUPSI_FOCUS-ON_A4_AGENCY (in italiano)

 
st.wwwsupsi@supsi.ch