Nuova ricerca



Centro di competenza sul paesaggio

Acronimo CC sul paesaggio

Abstract La ricerca è finalizzata all\'avvio e sviluppo di un Centro di competenza, che si articola sulla documentazione, valorizzazione, promozione e gestione del paesaggio alpino (Vallemaggia, Valle Bavona), secondo metodi consoni alla realtà valligiana e di montagna, che necessita l?adozione di strategie e criteri differenziati rispetto a quella ?cittadina?, che da secoli ha utilizzato tali regioni come \"risorsa\", impoverendole. La creazione degli Stati nazionali moderni ha prodotto una periferizzazione della montagna (ricordiamo ?Il fondo del sacco? di Plinio Martini), a favore del fondo valle e delle città. Regioni diventate periferiche perdendo il loro stato di centro della vita sociale. Le città hanno esigenze gestionali e politiche completamente diverse e spesso in conflitto con le regioni di montagna, ridotte a risorsa da sfruttare, sia in chiave energetica sia turistica. Da ciò si comprende l?importanza di restituire dignità e unità ai territori montani, da considerare come ricchezza culturale e sociale e non problema o svantaggio. Si tratta di trovare le strategie e gli strumenti per raggiungere questo obiettivo. L\'idea di un Centro di competenza prevede la stretta collaborazione degli attori presenti sul territorio. Per tale motivo è stato istituito un ?Gruppo di accompagnamento?, cui fa parte il Dipartimento ambiente costruzioni e design della SUPSI (con tutti i suoi istituti: Istituto materiali e costruzioni, Istituto sostenibilità applicata all?ambiente costruito, Istituto scienze della Terra, Laboratorio cultura visiva), e che comprende: Fondazione Valle Bavona (FBV), Associazione per la protezione del patrimonio artistico e architettonico di Valmaggia (APAV), Museo di Valmaggia, Antenna Vallemaggia, Ente ed Agenzia regionale per lo sviluppo, Heimatshutz Svizzera ed Ente turistico. Il promotore del progetto, su sollecitazione di Heimatschtz Svizzera, è la Fondazione Valle Bavona, che da tempo ha coinvolto la SUPSI, in qualità di partner scientifico, per la creazione di un Centro di competenza sul paesaggio, che possa servire il territorio della Valle Bavona e della Vallemaggia. Ideatori del progetto sono oltre la FVB anche l?APAV. Un primo progetto è stato presentato all?inizio del 2011 ai rappresentanti dell?Amministrazione cantonale, da cui è scaturita la necessità di elaborare uno studio di fattibilità sotto forma di un modello imprenditoriale nell?ambito della filiera degli itinerari turistico-culturali della Nuova Politica Regionale. L?Ufficio per lo sviluppo economico, in data 11 luglio 2011, ha concesso un sussidio di CHF 6\'000, per la stesura dello studio di fattibilità (mandato alla Gecos sagl, e consulenza scientifica della SUPSI). Le attività previste per la SUPSI, nel progetto che prevede la creazione di una Fondazione paesaggio, sono di: ? Sviluppare un nuovo archivio integrato legato al paesaggio, alla cultura e agli itinerari turistico-culturali della Vallemaggia. ? Progettare un restauro esemplare di un albergo storico legato agli itinerari turistico-culturali della Vallemaggia. ? Elaborare il corporate design e il materiale divulgativo legato agli itinerari turistico-culturali della Vallemaggia. ? Progettare una ?Scuola del paesaggio? relativo al paesaggio costruito, antropico. Lo studio di fattibilità è finanziato dall?Ufficio dello sviluppo economico del Cantone Ticino. Responsabile: Prof. Michele Amadò Dipartimento: Dipartimento ambiente costruzioni e design Durata del progetto: 2011-2012 (studio fattibilità), 2013-2016 (realizzazione proposte operative e start-up). Enti finanziatori: Dipartimento delle finanze e dell?economia, Cantone Ticino. Progetto: 15RABAV

Enti SUPSI coinvolti Dipartimento ambiente costruzioni e design

Responsabili Rino Michele Amadò

Data di inizio progetto 1 gennaio 2011

Data di chiusura progetto 31 dicembre 2016

 
st.wwwsupsi@supsi.ch