Nuova ricerca



Benessere e qualità di vita negli anziani di oggi: un approccio autobiografico

Acronimo QVA

Abstract Nella realtà socioculturale e territoriale gli anziani costituiscono oggi una componente rilevante della popolazione, tanto da rappresentare un interlocutore imprescindibile per le questioni inerenti alle politiche sanitarie e sociali. Su scala mondiale, la piramide demografica sta facendo registrare un incremento notevole nella sua parte superiore e nei prossimi 20 anni la quota di persone con più di 65 anni crescerà più velocemente di qualsiasi altra fascia d\'età: nel 2005 sarà il 21 % della popolazione totale, superando per numerosità la componente che si troverà al di sotto dei 15 anni. Il progetto qui inoltrato intende riferirsi a questa consistente realtà, dando voce ai diretti interessati, per coglierne la percezione e le rappresentazioni circa il loro stato di salute/malattia, il benessere vissuto e la qualità di vita raggiunta. Lo scopo è di trarne utili indicazioni per metterle a disposizione del personale curante e di chi nel sociale lavora a diretto contatto con gli anziani. Uno degli obiettivi dell\'idea progettuale presentata è rivolto a sondare il grado della loro familiarità con le tecnologie dell\'informazione e della comunicazione, al fine di valutarne le potenzialità e migliorare così il loro grado di autonomia nei processi curativi e nelle estensioni della loro rete di relazioni (nel potenziamento del capitale sociale). Sul piano del metodo, la scelta ha privilegiato un indirizzo specificatametne qualitativo incentrato sull\'approccio autobiografico, per verificarne la valenza euristica in questo campo di studio. La ricerca verte su una cinquantina di persone oltre l\'età del pensionamento secondo talune variabili socioculturali quali l\'età, il genere, le condizioni abitative, l\'appartenenza geografica e lo status socio-economico. Per ricostruirne almeno parzialmente il contesto curativo-relazionale si intenderebbe altresì procedere a una ventina di interviste del personale curante all\'interno di case per anziani, nonché ad alcuni parenti dell\'entourage dei soggetti avvicinati. Un ulteriore intento è cogliere l\'occasione per approfondire a livello epistemologico e strumentale la valenza scientifica dell\'orientameno qualitativo seguito e affinare in tal senso l\'efficacia applicativa nel campo delle sicenze sociali e umane.

Enti SUPSI coinvolti Dipartimento ambiente costruzioni e design
Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale
Centro competenze anziani

Persone coinvolte Graziano Meli, Laura Bertini-Soldà, Claudio Mustacchi, Michela Nussio, Barbara Masotti

Responsabili Fulvio Poletti

Data di inizio progetto 1 giugno 2010

Data di chiusura progetto 30 settembre 2012

Allegati allegato_al_progetto Asse 6_Benessere anziani (in italiano)

 
st.wwwsupsi@supsi.ch