Nuova ricerca



Monitoraggio di determinanti genici di resistenza nel Lago di Lugano e in alcuni fiumi immissari

Acronimo LDLABR

Abstract Il monitoraggio ambientale è uno dei parametri fondamentali per il controllo della diffusione dell’antibiotico-resistenza. La continuità nel tempo di questo tipo di indagine permette di acquisire un’immagine complessiva della diffusione dell’antibiotico-resistenza nell’ecosistema idrico e fornisce anche dati con evidenti applicazioni pratiche quali, ad esempio, l’impatto delle strategie messe in atto per la riduzione dei microinquinanti. Le indagini potrebbero anche essere utili per indirizzare la localizzazione delle captazioni di acqua potabile a lago, sempre più richieste e necessarie. Da alcuni anni LMA segue l’evolversi della diffusione di geni di resistenza agli antibiotici comunemente utilizzati in clinica e veterinaria presenti nei batteri del Lago di Lugano e specialmente dei fiumi immissari influenzati da impianti di depurazione. E’ adesso possibile iniziare ad individuare alcune tendenze quali la rapida reazione delle acque del fiume Cassarate alla messa fuori uso dell’impianto di depurazione, evidenziata dal miglioramento della qualità delle sue acque per quanto concerne l’antibioticoresistenza, e il forse conseguente miglioramento per lo stesso aspetto delle acque del golfo di Lugano, prelevate al livello della captazione dell’impianto di potabilizzazione di Lugano-Cassarate. D’altro canto, è stato possibile mostrare un peggioramento per quanto concerne i geni che conferiscono resistenza ai beta-lattamici, in particolare per quanto riguarda il fiume Vedeggio. Il confronto con i dati riferiti al Lago Maggiore, inoltre, ha mostrato alcune discrepanze che sono scientificamente interessanti da indagare.

Enti SUPSI coinvolti Settore identificazioni e tipizzazioni

Persone coinvolte Samuele Roman

Responsabili Antonella Demarta Aeschbacher

Data di inizio progetto 1 gennaio 2019

Data di chiusura progetto 30 aprile 2020

 
st.wwwsupsi@supsi.ch