Nuova ricerca



Remote Digital Health Monitoring - Remote Digital Health Monitoring

Acronimo RDHM

Abstract sviluppo di una interfaccia intuitiva in grado di guidare l’utente nell’utilizzo del sistema secondo 2 requisiti chiave: - un assistente virtuale (audio e/o video) in grado di dare le medesime sensazioni empatiche all’utente senza la necessità di coinvolgere direttamente un medico reale - la possibilità (a fronte di esplicite richieste o allarmi) di un collegamento in videoconferenza con il proprio medico con la condivisione in tempo reale dei risultati misurati Per questi obiettivi sarà fondamentale integrare un motore di NLP (Natural Language Processing) in grado di interpretare il parlato del paziente e un concetto di “medico virtuale” con la definizione della dinamica di interazione completamente automatizzata ma seguendo dei protocolli medici precisi, la sua patologia, i valori storici rilevati e i valori rilevati in tempo reale: oggettivi e soggettivi (es. ha dormito bene le ultime notti?)

Enti SUPSI coinvolti Istituto sistemi informativi e networking

Responsabili Giacomo Poretti

Data di inizio progetto 2 dicembre 2019

Data di chiusura progetto 31 marzo 2020

 
st.wwwsupsi@supsi.ch