Professoressa /Professore in Tecnologie in educazione
Scadenza: 24 febbraio 2021
La Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI), mette a concorso presso il Dipartimento formazione e apprendimento (DFA) di Locarno una posizione di Professore/ssa in Tecnologie in educazione. Grado di occupazione a tempo pieno (100% a tempo indeterminato) ed entrata prevista al più tardi il 1 settembre 2021.

Contesto professionale

Il DFA assicura la formazione professionale degli insegnanti in tutti gli ordini di scuola. In particolare, il laboratorio Tecnologie e media in educazione (TME) si occupa dell’utilizzo delle tecnologie e dei media nei processi di apprendimento e di insegnamento. Ciò viene svolto principalmente nella formazione di base, attraverso i diversi corsi offerti agli studenti nei curricula/cicli di studio Bachelor, Master e diploma e nella formazione continua contribuendo a riflessioni sull’integrazione delle tecnologie e dei media nella scuola.

La ricerca scientifica svolta all’interno del TME è principalmente di tipo applicato e ha come beneficiario finale il sistema educativo composto dai policy makers, dai quadri scolastici, dai docenti, dagli allievi e dalle loro famiglie. L’obiettivo della ricerca è principalmente quello di favorire lo sviluppo del sistema educativo locale e, in secondo luogo, coadiuvarne l’evoluzione a livello nazionale e internazionale.

Il TME è attivo anche nel campo dei servizi e della divulgazione di buone pratiche tramite l’organizzazione di eventi cantonali o nazionali e attività di divulgazione sui vari media.
Vi è inoltre una stretta collaborazione con le istanze cantonali della scuola dell’obbligo ticinese, dalla scuola dell’infanzia, alla scuola elementare e media e la partecipazione a gruppi di lavoro cantonali o nazionali per lo sviluppo delle politiche legate al digitale nelle scuole.

Mansioni

  • Il/la Professore/-ssa svolge attività di responsabilità nella formazione di base e continua, nella ricerca e nello sviluppo istituzionale del DFA a livello accademico negli ambiti affini al pensiero computazionale (robotica educativa, CS unplugged, coding), e all’utilizzo delle tecnologie nella didattica (p.es. mobile learning, realtà aumentata e virtuale, blended learning).
  • Il/la Professore/-ssa collabora attivamente con il DECS per la definizione delle condizioni quadro per l’integrazione delle tecnologie nella scuola.
  • Il Professore/-ssa è capofila degli ambiti sopra delineati e fornisce un contributo significativo nella ricerca (capo progetto, coordinatore di progetti) e nella didattica (responsabile di modulo) di base e continua. Acquisisce progetti di ricerca e/o servizi di importanza strategica.
  • Coordina progetti di ricerca.
  • Coordina team di ricercatori, docenti ricercatori, valorizzando le specifiche competenze individuali. È inserito in una o più reti di ricerca.
  • Trasferisce le competenze acquisite dalla ricerca alla formazione e ai servizi usando le sue specifiche capacità, contribuendo all’aggiornamento scientifico e metodologico degli ambiti menzionati. Contribuisce alla divulgazione dei risultati della ricerca sul territorio.
  • Partecipa attivamente con pubblicazioni, poster o interventi, in convegni o su riviste scientifiche.
  • Con un contributo qualificato e originale, si fa promotore di metodologie di insegnamento e offerte formative a carattere innovativo.
  • Svolge con regolarità attività di supervisione, di mentoring e orientamento ai giovani ricercatori, anche attraverso collaborazioni con altre istituzioni a livello nazionale e/o internazionale.
  • Rappresenta la SUPSI verso l’esterno e costituisce un punto di riferimento di chiara fama per i professionisti attivi nell’ambito delle tecnologie educative.
     

Requisiti

  • PhD in ambiti affini alla posizione a concorso.
  • Comprovate esperienze a livello accademico negli ambiti affini al pensiero computazionale (robotica educativa, CS unplugged, coding), e all’utilizzo delle tecnologie nella didattica (p.es. mobile learning, realtà aumentata e virtuale, blended learning);
  • Almeno 10 anni di esperienza di insegnamento e di ricerca in contesti accademici.
  • Comprovate esperienze di organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca regionali, nazionali e/o internazionali.
  • Ottima conoscenza della realtà scolastica e accademica ticinese e svizzera.
  • Esperienza di acquisizione di progetti di ricerca e/o servizi di importanza strategica negli ambiti affini alla posizione a concorso.
  • Coordinamento di progetti su scala dipartimentale, interdipartimentale, nazionale o internazionale negli ambiti delle tecnologie educative.
  • Partecipazione attiva a reti di relazioni professionali a scala regionale, nazionale e/o internazionale con istituzioni di riferimento nel contesto delle tecnologie educative.
  • Partecipazione a comitati editoriali, con attività di referaggio nell’ambito delle tecnologie educative.
  • Comprovate capacità di promozione e organizzazione di eventi di disseminazione rivolti alla comunità scientifica e al territorio con particolare riguardo all’ambito delle tecnologie educative.
  • Esperienze di mobilità in altre realtà accademiche nazionali e/o internazionali.
  • Spiccate capacità relazionali, di ascolto delle idee degli altri e capacità di proporre in modo costruttivo le proprie per il benessere e l’avanzamento di tutti i membri del gruppo di ricerca.
  • Autonomia, flessibilità, accoglienza, spirito di iniziativa, resistenza allo stress ed affidabilità.
  • Ottima conoscenza dell’italiano. Conoscenza dell’inglese e di una seconda lingua nazionale.

Candidatura

I requisiti per questa funzione sono pubblicati nelle “Direttive interne SUPSI” (direttiva 7A) e nel “Contratto Collettivo per il personale amministrativo” disponibili nella pagina “Documenti ufficiali”.

Saranno prese in considerazione unicamente le candidature inoltrate entro il 24.02.2021 tramite il formulario di candidatura dedicato, corredate da:

  • Lettera di presentazione in lingua italiana, contenente le proprie motivazioni.
  • Curriculum vitae et studiorum completo.
  • Elenco delle pubblicazioni scientifiche e copia delle 5 pubblicazioni più significative.
  • Diplomi formativi e certificati di lavoro.
  • Onorificenze, premi e menzione dei risultati più significativi ottenuti durante l’iter professionale.
  • Almeno due lettere di referenze recenti che comprovino la qualità professionale, scientifica e didattica.
  • Presentazione delle attività didattiche svolte a livello universitario con relative valutazioni.
  • Presentazione delle attività svolte nei progetti di ricerca.
  • Dovrà essere prodotto l’estratto del casellario giudiziale con validità 6 mesi.

Informazioni aggiuntive

Informazioni supplementari possono essere richieste al Direttore del DFA, Dr. Alberto Piatti (telefono del segretariato: +41 58 666 68 07).

Non sono accettate candidature incomplete, inviate ad altri indirizzi o oltre il termine stabilito.

st.wwwsupsi@supsi.ch