Eventi e comunicazioni
Il forte di Nagaur, Rajastan: un complesso caso di conservazione
22 settembre 2016
Dipartimento ambiente costruzioni e design, Aula C-102 (Blocco C), Campus Trevano, ore 17.00
Il Corso di laurea in Conservazione e restauro SUPSI è lieto di invitare tutti gli interessati alla coferenza, tenuta da Chiara Pasian, "Il forte di Nagaur, Rajastan: un complesso caso di conservazione". La conferenza si terrà giovedì 22 settembre 2016 presso l'Aula C-102 del Campus Trevano SUPSI.

Il complesso del forte di Nagaur, India (Ahhichatragarh Fort and Palace Complex) ha una storia che si estende dal IV sec. a.C. al XVIII d.C. Sin dal 2005 il Courtauld Institute of Art (Londra) ha lavorato in partnership con il Mehrangarh Museum Trust per preservare i dipinti murali del complesso.

Dopo un iniziale finanziamento dello Helen Hamlyn Trust, la Getty Foundation e la Leon Levy Foundation hanno finanziato i progetti di conservazione, ricerca e training sul campo tra il 2007 e il 2016. I progetti di conservazione si sono dapprima concentrati sullo Sheesh Mahal (2007-2011), per poi spostarsi sullo Hadi Rani Mahal (dal 2012), il più importante tra i palazzi del forte, con dipinti murali del XVIII secolo.

L’estensione del sito, la tecnologia originale dei dipinti (con largo utilizzo di materiali organici) e le condizioni ambientali (con un’alternanza di stagioni secche e umide) fanno della conservazione di questo sito una sfida stimolante che si rinnova negli anni.

Chiara Pasian

Chiara Pasian è nata a Trieste, Italia, nel 1986. Dopo il Bachelor in Tecnologie per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali presso l’Università della Tuscia di Viterbo (Italia) e il Master in Conservazione e Restauro di Dipinti Murali, Stucchi e Superfici Architettoniche presso la SUPSI, ha intrapreso un PhD al Conservation of Wall Paintings Department del Courtauld Institute of Art (Londra), che sta per concludere. Come conservatore di dipinti murali, Chiara è interessata alla ricerca applicata sul campo e lavora come free-lance in sito. Ha lavorato in Italia, Svizzera, Turchia (Cappadocia) e India (Rajastan).

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch