Eventi e comunicazioni
È online il secondo rapporto del progetto EVA nell’ambito della mobilità elettrica
14 dicembre 2020
SUPSI, Dipartimento ambiente costruzione e design, Istituto sostenibilità applicata all'ambiente costruito
È online il secondo rapporto del progetto EVA che descrive lo stato attuale della mobilità nei due siti pilota del progetto - Alto Adige (Italia) e Ticino (Svizzera). Lo studio affronta il tema dell’ottimizzazione delle infrastrutture regionali per la transizione verso veicoli elettrici connessi e autonomi.
È online il secondo rapporto del progetto EVA nell’ambito della mobilità elettrica

EVA è un progetto europeo finanziato da ERA-Net Smart Energy Systems che mira a trovare soluzioni innovative per coordinare le infrastrutture territoriali necessarie per le tecnologie emergenti nella mobilità stradale.

SUPSI, quale partner del consorzio del progetto EVA, ha pubblicato nel mese di luglio 2020 il primo rapporto presentando una panoramica globale delle politiche di mobilità elettrica e autonoma presenti in Europa (in particolare riferendosi a Svizzera e Italia) e i relativi modelli di business, con un richiamo al Ticino e all’Alto Adige che fungono da siti pilota in questo progetto. EVA si concentra infatti su un’analisi nelle due regioni dove i ricercatori SUPSI - in partenariato con EURAC (Italia), AICO (Austria) e Mines ParisTech (Francia) - simuleranno diversi scenari futuri e costruiranno delle linee guida che permetteranno alle autorità di evitare investimenti infrastrutturali obsoleti.

Il secondo rapporto, pubblicato proprio agli inizi di dicembre 2020,descrive lo stato attuale della mobilità nei due siti pilota del progetto e si concentra nell’ analisi dettagliata di sette macro indicatori:

1.    Stato attuale delle infrastrutture di supporto alla mobilità e dell’offerta di trasporto pubblico;
2.    Principali flussi di mobilità;
3.    Proprietà di auto, patenti di guida e abbonamenti per i trasporti pubblici;
4.    Ripartizione modale;
5.    Finalità degli spostamenti,
6.    Progetti locali in corso che promuovono una mobilità maggiormente sostenibile;
7.    Futuri progetti che potrebbero rivoluzionare la mobilità locale.

L’analisi di questi indicatori mostra più somiglianze che contrasti tra i due siti pilota. Infatti, per quasi tutti gli aspetti analizzati si possono notare caratteristiche simili.

Per approfondimenti è possibile scaricare il documento direttamente sul sito web del progetto EVA: https://evaproject.eu/wp-content/uploads/2020/12/EVA_D22.pdf
 

Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch