Il progetto ASAR selezionato per la finale del Prix Möbius
18 luglio 2018
Il progetto ASAR (Array Synthetic Aperture Radar) per il monitoraggio di frane, pendii scoscesi e manufatti è tra i tre finalisti per il Grand Prix Möbius Suisse 2018. La cerimonia di consegna si terrà il 5-6 ottobre a Lugano.
La Fondazione Möbius si propone di sviluppare iniziative volte alla divulgazione e alla valorizzazione dei grandi temi della cultura digitale nei suoi vari aspetti, che toccano tematiche di grande rilevanza per l'evoluzione sociale. Ogni anno la Fondazione Möbius, in collaborazione con Fondazione Agire, definisce una tematica specifica di discussione e conferisce un riconoscimento a un'iniziativa che si distingue per il suo contributo e valore. Il tema portante del Möbius 2018 è "Tecnologie digitali al servizio dell’ambiente". 
 
Il progetto ASAR - Array Synthetic Aperture Radar, ideato dall'Istituto ISEA in collaborazione con le aziende Muttoni e Beffa SA, New Celio Eletronics Sagl, MEET Electronics Sagl e Huggenberger AG, è stato selezionato tra i tre finalisti per il Grand Prix Moebius Suisse 2018. Il progetto ha permesso di sviluppare un Radar ad apertura sintetica e la rispettiva metodologia di misura applicabile al monitoraggio di frane, pendii scoscesi e manufatti, un tema di grande attualità in relazione ai cambiamenti climatici che stiamo vivendo. 
 
La cerimonia di consegna dei premi avrà luogo presso il LAC di Lugano il 5-6 ottobre, con consegna del premio la mattina del sabato 6 ottobre. 
 
st.wwwsupsi@supsi.ch