• Stato del progetto

    in esecuzione

  • Tipo di progetto

    Progetto interno

  • Data di inizio

    01 agosto 2005

Il progetto di ricerca longitudinale ASPTRANSIT è nato nel 2005 per studiare la transizione tra formazione iniziale e inserimento professionale dei/delle docenti diplomati/e dell’ex Alta Scuola Pedagogica (ASP TI), oggi Dipartimento Formazione e Apprendimento (DFA) della SUPSI, identificando processi, interazioni contestuali e strategie individuali che caratterizzano le prime fasi degli sviluppi di carriera. Da allora ASPTRANSIT, oltre a colmare una carenza di dati, permette regolarmente di identificare alcuni elementi significativi che caratterizzano il passaggio dalla formazione iniziale all’insegnamento verso il primo impiego, e acquisire una miglior conoscenza delle strategie adottate e dei vissuti dei neodiplomati e le neodiplomate insegnanti ticinesi. I dati quantitativi sono originati da un questionario online somministrato annualmente il mese di maggio. Quelli di carattere qualitativo provengono dalle domande aperte del questionario, e puntualmente da interviste semi-strutturate condotte con alcuni neodocenti scelti e con alcuni degli attori contestuali, quali direttori o direttrici, ispettori o ispettrici e docenti esperti/e. La ricerca ticinese si inserisce in un’indagine intercantonale, INSERCH, che vede oggi coinvolti tutti gli istituti di formazione di insegnanti della Svizzera francese (HEPFR, HEP-BEJUNE, HEPVD, HEP-VS), del Ticino (SUSPI), nonché lo IUFE (UNIGE) e il CERF (UNIFR). Il questionario INSERCH mira a raccogliere dati che permettono di : 1. descrivere le condizioni di impiego dei neodiplomati e delle neodiplomate e i principali problemi incontrati; 2. identificare le strategie di impiego adottate dalle nuove leve e il loro impatto sul successo dell'integrazione e 3. identificare i punti di forza e di debolezza della formazione all’insegnamento fornita dagli istituti di formazione e i bisogni di formazione continua espressi dai neodiplomati e dalle neodiplomate. I dati raccolti nell'indagine INSERCH sono utilizzati per la ricerca all'interno delle istituzioni interessate e per il monitoraggio istituzionale. Alcune di queste informazioni sono poi collegate tra loro (per esempio per determinare l'impatto delle pratiche professionali sull'inserimento). Il gruppo di ricerca INSERCH pubblica regolarmente articoli scientifici e capitoli di volumi e partecipa a congressi di ricerca.

Responsabile del progetto
  • Katja De Carlo (-Vanini)

Membri del progetto
  • Mario Donati

  • Sandra Fenaroli

  • Silvio Canevascini

  • Gianni Totti

  • Alina Vanini