Eventi e comunicazioni
Selezionato un manifesto elaborato dal Laboratorio cultura visiva SUPSI al concorso "100 Beste Plakate"
28 luglio 2016
SUPSI, Dipartimento ambiente costruzioni e design, Campus Trevano
Il manifesto della mostra su Sergio Morello, tenutasi presso il Centro Culturale Chiasso a Spazio Officina, è stato selezionato nell’ambito dell’ultima edizione del concorso internazionale “100 Beste Plakate 2014–2015 Deutschland Österreich Schweiz”. Il manifesto è stato elaborato dal Laboratorio cultura visiva della SUPSI.

Nell’ambito dell’ultima edizione del concorso internazionale “100 Beste Plakate 2014–2015 Deutschland Österreich Schweiz”, promosso con l’intento di selezionare la migliore produzione grafica in Germania, Austria e Svizzera, è stato selezionato il manifesto dedicato alla mostra “Sergio Morello (1937). Trasformazioni e tensioni tra pittura e performance” a cura di Dalmazio Ambrosioni e Nicoletta Ossanna Cavadini – mostra tenutasi presso il Centro Culturale Chiasso a Spazio Officina (Chiasso, Svizzera) da ottobre a novembre 2015. Il manifesto è stato elaborato dal Laboratorio cultura visiva della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).
 
Il trittico premiato è il risultato di una collaborazione avviata a partire dal 2014 fra la SUPSI – in particolare il Laboratorio cultura visiva del Dipartimento ambiente costruzioni e design – e il m.a.x. museo / Spazio Officina, Centro Culturale Chiasso.

Il manifesto della mostra su Sergio Morello condensa creatività e qualità interpretativa: il trittico riassume gli aspetti concettuali e gestuali di Morello riprendendo in particolare frammenti di due opere esposte in mostra e pubblicate in catalogo (“Tenere”, acrilico e corda su tavola, 2015, e “Horizon 2”, acrilico e corda su tavola, 2012) con la firma dell’artista, allo scopo di collegare le trasformazioni, le tensioni e le elaborazioni operate dall’artista stesso nel corso degli anni.
La mostra antologica su Sergio Morello presentava, infatti, più di cinquant’anni di attività creativa caratterizzata da una continua ricerca sul senso dell’arte e della materia.

La giuria – composta da Günter Eder (A-Vienna), Igor Gurovich (RU-Mosca), Gunter Rambow (D-Güstrow), Patrick Thomas (ES-Barcellona / D-Berlino) e Megi Zumstein (CH-Lucerna) – ha esaminato ben 2’000 manifesti per arrivare alla rosa finale di 100, in collaborazione con AGD Allianz Deutscher Designer e.V. (D-Braunschweig), AGI Alliance Graphique Internationale (CH-Zurigo), BDG Berufsverband der Deutschen Kommunikationsdesigner e.V. (D-Berlino), Design Austria (A-Vienna), SGD Swiss Graphic Designers (CH-Berna), sgv Schweizer Grafiker Verband (CH-Zurigo) e Universität der Künste Berlin.

I manifesti premiati sono stati esposti in mostra a Berlino e toccheranno altre città: Norimberga (in corso, fino al 04.09.2016), La Chaux-de-Fonds (07–20.09.2016), Lucerna (25.09–02.10.2016), Dornbirn (07.10–04.11.2016) e Vienna (28.09.2016–05.02.2017).

Per maggiori informazioni:

Amanda Prada
Responsabile comunicazione, pubbliche relazioni, coordinamento
Ufficio stampa Svizzera e Insubria                                               
M +41 (0)76 563 34 77                           
T +41 (0)91 695 08 88                       
ufficio.stampa@maxmuseo.ch (Svizzera)           
press@maxmuseo.ch (Insubria)

Laboratorio cultura visiva SUPSI
T +41 (0)58 666 62 81
info-lcv@supsi.ch
www.lcv.supsi.ch

Image
Contatti
st.wwwsupsi@supsi.ch