FFDA
Sviluppo di filtri Fotocatalitici porosi per la disinfezione dell’aria in ambienti chiusi

Finanziato da SUPSI, Finanziamenti interni alla Ricerca 2021-2022
FFDA

Partner: Laboratorio di microbiologia applicata, DACD, SUPSI

Con questo programma di ricerca si intendono gettare le basi per avviare progetti sulla purificazione dell’aria attraverso l’uso di manufatti porosi a base di ceramiche catalitiche e fotocatalitiche. I materiali porosi grazie alla loro particolare morfologia consentono di confinare in piccoli volumi una estesa superficie sulla quale può essere innescata la fotocatalisi. Agenti infettanti, come virus e batteri, sono resi innocui da fenomeni ossidativi attivati da luce ultravioletta (UV) e questo fenomeno è rafforzato in presenza di opportune sostanze catalitiche. Nella fase iniziale di questo programma si svilupperanno sistemi e materiali per riuscire ad abbattere agenti infettanti come virus e batteri attraverso la fotocatalisi su materiali porosi. Virus come il SARS-CoV-2 hanno quattro modalità di trasmissione (che non si escludono a vicenda: trasmissione tramite aerosol, trasmissione via goccioline, auto-inoculazione delle mucose e tramite il contatto con superfici contaminate.

In questo progetto miriamo a sviluppare une tecnologia adatta a fermare la trasmissione tramite aerosol che risulta la più difficile da controllare.
Questo programma vede il coinvolgimento di due laboratori della SUPSI: Il nostro laboratorio che ha una notevole esperienza nel design e nella produzione additiva di materiali ceramici porosi ed il Laboratorio microbiologia applicata del DACD che rappresenta un centro di riferimento nazionale nel settore della microbiologia applicata.

Image
st.wwwsupsi@supsi.ch