Professoressa / Professore in sistemi di gestione della qualità
Scadenza: 31 marzo 2021
La Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) mette a concorso presso il Dipartimento tecnologie innovative (DTI) con sede a Lugano-Viganello, per l’Istituto Sistemi e Tecnologie per la Produzione Sostenibile (ISTePS), una posizione di Professoressa/ Professore in sistemi di gestione della qualità. Grado d’occupazione al 100% con un contratto a tempo indeterminato. Entrata in funzione: 1 luglio 2021 o data da convenire.

Contesto professionale

L’Istituto di Sistemi e Tecnologie per la Produzione Sostenibile (ISTePS) è attivo nell’innovazione dei sistemi e dei processi manifatturieri, dei prodotti e dei processi di business. Le attività di ricerca applicata si focalizzano sulla trasformazione digitale dei sistemi di produzione, sulla sostenibilità industriale, sulla robotica industriale e sui sistemi e le tecnologie per processi laser e di manifattura additiva. La posizione in concorso vuole essere un riferimento per tutte le tematiche inerenti alla progettazione, gestione e controllo della qualità in ambito manifatturiero, intesa come processo di miglioramento continuo trasversale alle diverse aree aziendali e finalizzato a supportare l’azienda nel percorso verso l’eccellenza operativa, oltre che come strumento per migliorare il livello di servizio al cliente tramite l’offerta di servizi a valore aggiunto. È rilevante la conoscenza e lo sviluppo del ruolo della digitalizzazione dei processi in questo percorso, come pure del suo doppio impatto sulla gestione della qualità: sia nella messa a disposizione di nuovi strumenti per una gestione della qualità real time e predittiva, che nella modifica degli approcci produttivi, con la conseguente capacità di sviluppare nuove metodologie ed approcci per garantire alti livelli qualitativi e di supporto al processo di servitization.

Compiti e responsabilità

Ricerca

  • È una ricercatrice/un ricercatore in ambito manifatturiero sui temi degli approcci innovativi alla gestione della qualità, dell’eccellenza operativa e della servitization; è in grado di analizzare e comprendere le necessità dell’azienda, di modellare il problema da risolvere e di sviluppare approcci e soluzioni innovative. Dal punto di vista accademico contribuisce in maniera continuativa e rilevante alla letteratura scientifica nelle aree citate.
  • In questi ambiti prepara proposte di progetto, cerca e ottiene i finanziamenti necessari, gestisce e coordina i progetti sia da un punto di vista tecnico-scientifico e di partnership che burocratico e amministrativo.

Formazione

  • È attiva/o nell’insegnamento dove fornisce contributi significativi alla formazione di base (anche a livello Master) e continua, con un ruolo importante nel monitoraggio dei processi di erogazione dell’offerta educativa nella propria area disciplinare.
  • È attiva/o in comunità scientifiche e accademiche a livello nazionale e internazionale.
  • È attiva/o nella gestione delle attività di insegnamento.

Conduzione/gestione

  • È capace di fare crescere scientificamente i propri collaboratori nell’ambito delle aree scientifiche di propria competenza, curandone lo sviluppo delle competenze e la qualità dell’operato nell’ambito delle attività di formazione e ricerca.
  • Promuove la collaborazione tra docenti, ricercatori e collaboratori scientifici nell'ambito del settore di afferenza.
  • Coordina e gestisce gli aspetti finanziari ed amministrativi dei progetti di propria competenza.

Visibilità

  • Si occupa di promuovere collaborazioni a livello nazionale ed internazionale nell’area di ricerca di questo bando.
  • La sua attività viene apprezzata a livello nazionale ed internazionale mediante premi e riconoscimenti e partecipa ai comitati organizzativi di conferenze internazionali.

Profilo di competenze

Requisiti necessari

  • È richiesto il titolo di dottore di ricerca in ingegneria gestionale.
  • Almeno dieci anni di esperienza come ricercatore e docente nell’area tecnico-scientifica del bando.
  • Come docente si richiede che abbia tenuto corsi a livello universitario, sia Bachelor che Master, ottenendo valutazioni positive e avendone la responsabilità diretta, anche per quanto concerne la definizione dei contenuti, del programma, del materiale didattico e della valutazione degli studenti.
  • Come ricercatore si richiede che, nelle aree di ricerca di questo bando, sia stata/o responsabile di progetti di ricerca e sviluppo e abbia ottenuto risultati rilevanti in termini di: pubblicazioni su riviste scientifiche “peer-reviewed”, abbia partecipato a numerose conferenze internazionali, ottenuto e sviluppato soluzioni innovative che abbiano ricevuto una valutazione indipendente da parte di terzi.
  • La candidata/il candidato deve mostrare una comprovata capacità di acquisire progetti di ricerca finanziati da soggetti terzi (industriali, Innosuisse, FNS, EU, ecc.), cosi come di gestione dei progetti di ricerca dal punto di vista finanziario, tecnico-scientifico, del team di lavoro e dei rapporti con il committente.
  • La candidata/il candidato deve mostrare una abilità provata come leader, avendo avuto la responsabilità gestionale e scientifica di un gruppo di ricerca nell’area scientifica di questo bando. Inoltre, deve anche poter dimostrare autorevolezza didattica essendo un professore apprezzato e riconosciuto nel suo campo.
  • Deve dimostrare provata abilità nel costruire ponti e sinergie tra la sua ricerca e le attività didattiche.
  • È riconosciuta/o a livello internazionale come persona di riferimento nella sua area scientifica.
  • Competenze linguistiche: conoscenza eccellente della lingua italiana (o dimostra il desiderio di acquisirla) e della lingua inglese.

Requisiti preferenziali

  • Esperienza in qualità di relatore di tesi (Bachelor, Master, Dottorato) o tutor di studenti universitari.
  • Produzione di materiale a supporto della didattica come dispense (in varie forme), libri, pubblicazioni.
  • Aver coperto ruoli di responsabilità nella didattica quali responsabile di corso di laurea, di modulo, di corsi di formazione anche continua, ecc.
  • Aver coperto ruoli di responsabilità nella ricerca quali responsabile di istituto, centro di competenza, laboratorio, area, servizio, ecc.
  • Abilitazione all’insegnamento tramite qualifica didattica SUP in essere o in fase di conseguimento (la qualifica deve essere ottenuta nell’anno successivo alla nomina).

Offriamo

Una posizione prestigiosa in una Università di Scienze Applicate riconosciuta a livello internazionale con un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Un’attività di formazione e ricerca applicata stimolante con elevato grado di autonomia e responsabilità, in un ambiente universitario altamente innovativo e dinamico. Un team di colleghe e colleghi motivati e con grande esperienza e competenza. Possibilità di crescere all’interno dell’istituzione coprendo ruoli di responsabilità crescente.

Informazioni per la candidatura

I requisiti per questa funzione sono pubblicati nelle “Direttive interne SUPSI” e nel “Regolamento del personale SUPSI” disponibili nella pagina “Documenti ufficiali”.

Saranno prese in considerazione unicamente le candidature inoltrate entro il 31 marzo 2021 tramite il formulario di candidatura dedicato, corredate da:

  • Lettera di presentazione in lingua italiana, contenente le proprie motivazioni.
  • Curriculum vitae e studiorum completo in lingua italiana.
  • Elenco delle pubblicazioni scientifiche, dei lavori esemplificativi della propria produzione tecnico scientifica e link o copia dei predetti lavori.
  • Diplomi formativi e certificati di lavoro.
  • Onorificenze, premi e menzione dei risultati più significativi ottenuti durante l’iter professionale.
  • Almeno due lettere di referenze recenti che comprovino la qualità professionale, scientifica e didattica.
  • Presentazione delle attività didattiche svolte a livello universitario con relative valutazioni.
  • Dovrà essere prodotto l’estratto del casellario giudiziale con validità 6 mesi. Tenuto conto del tempo necessario per il rilascio dell’estratto da parte dell’Ufficio competente, sarà sufficiente accludere alla domanda di concorso la fotocopia della ricevuta della richiesta accompagnata da un’autocertificazione ed inviare l’estratto (risorseumane@supsi.ch) non appena in possesso, o, al più tardi, contestualmente ad un eventuale primo colloquio di selezione. Per i cittadini svizzeri e per i residenti stranieri, il casellario giudiziale può essere richiesto presso l’ufficio federale di giustizia a Berna, www.casellario.admin.ch.

Informazioni aggiuntive

Informazioni supplementari possono essere richieste al Direttore del DTI:
Dr. Prof. Emanuele Carpanzano

Non sono accettate candidature incomplete, inviate ad altri indirizzi od oltre il termine stabilito.

st.wwwsupsi@supsi.ch